ASD AQUILEIA CALCIO

 

Giocare e far giocare il calcio è la nostra passione........

SCUOLA CALCIO

 

AQUILEIA - VILLA - TORRE

ASD AQUILEIA CALCIO

 

da noi trovi una delle migliori scuole calcio della Regione

ASD AQUILEIA CALCIO

 

GIOCANDO, IMPARANDO, INSIEME CRESCENDO

 

              AQUILEIA 2 – CASARSA 1. Seconda vittoria per i ragazzi di Patriarchini! Il campionato è iniziato con due vittorie consecutive, i nuovi innesti si sono inseriti bene in un collettivo già collaudato. Della partita, assente il capitano Iacumin, sostituito da Del Piccolo, hanno sicuramente brillato in attacco il solito Pozzar bravo a trattenere su la palla e a smistrala agli accorrenti che si inserivano da dietro e un ottimo Raffaele Dean capace di ben figurare nei diversi ruoli che il mister gli assegna dapprima di attaccante e poi da difensore.
La cronaca vede sin dal tocco di inizio gli avversari a gestire la palla con una fitta rete di passaggi veloci a centrocampo ma senza creare azioni pericolose e degne di nota. L’Aquileia dal suo canto sempre pronta a ripartire in velocità con azioni sulle fasce a sinistra con Scaramazza e a destra con Dean Raffaele, ma anche in questi casi la difesa ha avuto buon gioco. Al ventesimo è Pozzar a ricevere palla a trenta metri spalle alla porta, tocco di prima laterale per l’accorrente Sgubin, roccia del centrocampo, che di prima calcia e la palla solo sfiorta dal portiere si insacca a mezza altezza. Uno a Zero. Il Cararsa prova a reagire ma non riesce ad avvicinarsi a Galiussi con pericolosità e allora è ancora l’Aquileia a colpire in contropiede. Tocca ancora a Pozzar lanciare in velocità l’accorrente terzino Marega detto Chico, che si presenta solo davanti all’estremo difensore avversario, bel tiro angolato, ma altrettanto bella parata del portiere che con le punte delle dita la devia in angolo. Nel frattempo l’Aquileia è costretta a sostituire il giovane Apuzzo con Fogar costringendo il mister a spostare in difesa Dean Raffaele e a giocare con i due “fuoriquota” in attacco uno a destra ed uno a sinistra. Nel secondo tempo il copione non cambia Casarsa intento a manovrare ma senza creare pericoli se non con tiri da fuori ben controllati da Galiussi.
L’Aquileia al decimo colpisce ancora è Sgubin a lancia Scaramazza che si invola solo e davanti al portiere angola il tiro siglando la sua prima rete il prima squadra due a zero e grande esultanza in campo e fuori.
A questo punto l’Aquileia arretra il proprio baricentro ed è costretta a sostituire il generoso Marega con Mauro e Del Piccolo con Visentin, che gioca a destra spostando Scaramazza a centrocampo.
Gli avversari costringono i patriarchini sulla propria metà campo confezionando angoli e alcune punizioni che puntualmente vengono neutralizzate da una difesa sempre ben organizzata. A dieci minuti dalla fine il Casarsa riapre la partita dalla destra giunge in area un cross che viene deviato di testa in rete sorprendendo l’estremo difensore aquileiese. Nel finale sono gli avversari a preme sull’acceleratore, alla ricerca del pareggio ma l’Aquileia riesce a gestire bene il possesso palla non concedendo più occasioni.
E’ stata una partita piacevole, sul piano atletico gli avversari forse avevano qualcosa in più da spendere, ma pagano qualcosa in fase di concretezza finale.